Gli scout: questi sconosciuti

di Matilde Ugona

C’è un “popolo” di persone ritenute strane dalla società perché passano i weekend in montagna almeno una volta al mese, passano due settimane vivendo come selvaggi, nella natura, ma soprattutto la cosa che crea più stupore è che i più intrepidi, vanno in giro anche a Dicembre con i pantaloncini corti!!Queste persone non sono alieni o nemmeno un modello moderno di Homo Sapiens Sapiens, no sono solo affiliati al movimento Scout italiano Agesci(Associazione Guide e Scout Cattolici Italiani)!!Questo movimento comporta diverse branche: dalla 3°elementare alla fine della 5° elementare circa si è lupetti o coccinelle e si è parte del Branco, che segue il libro della Jungla, o del Cerchio. Quando si iniziano le medie fino alla fine della 2° superiore si è parte del Reparto diviso in femminile formato da Guide e maschile, formato da Esploratori. Quando termini il tuo sentiero in questa branca si passa al Noviziato e poi al Clan, in cui rimani fino alla Partenza, momento in cui entri in COmunità  CApi, detta anche COCA.I liceali vivono la vita di reparto nel bienni, poi passano nel triennio alla realtà di Clan.Gli scout indossano la divisa, con cui vanno in giro e che vedete ogni volta che vedete uno scout e che è formata da:• Camicia azzurra per la divisa invernale e polo azzurra per la divisa estiva• Pantaloncini corti per la divisa estiva e pantaloni lunghi per l’inverno• Gonna pantalone per i momenti importanti per le Guide• Fazzolettone con i colori del gruppo• Maglione e felpa bluOltre al movimento Agesci esiste anche il movimento laico: il Cngei. Questo movimento al contrario di quello cattolico ha la camicia di divisa verde e i pantaloni marroni.Nell’ Agesci, inoltre, esistono due tipi di scout: lo scout nautico e lo scout che svolge le sue attività in montagna o in un ambiente non d’acqua. La differenza principale è che lo scout nautico esiste solo nel periodo compreso tra gli 11 anni circa e i 16 anni circa. Dopo non è più possibile esserlo. L’ altra differenza e che, ovviamente, questo movimento imparerà a condurre imbarcazioni, a fare nodi, al contrario di noi “terrestri” che impariamo più a montare tende e tavoli, a far fuochi per cucinare, perché è questo che serve!!Io credo che quando qualcuno vede uno scout la prima cosa che pensa è: ”Ma chi è sto qui che va in giro in pantaloncini corti, con uno zaino più grosso di lui e una tenda?” Io sinceramente ci rimango non poco male quando sento questi commenti negativi fatti ad alta voce sul pullman, anche quando non sono “in servizio” o anche solo qualcuno che prende in giro i nomi che prendiamo quando siamo in Branco. Io so che molte persone in questa scuola fanno parte di questo movimento e che, come me, sono orgogliosi di farne parte e che non vorrebbero essere presi in giro.

Lascia un commento

Archiviato in Liberopensiero

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...