Movimento Raeliano: una nuova religione

di Federica Messina
Passeggiando tranquillamente in Piazza Castello sabato 22 maggio, delle persone vestite di bianco con delle ali piumate attaccate dietro avevano allestito un gazebo, il quale spiccava in mezzo agli altri venti innalzati dalle scuole elementari per un’altra manifestazione contro la riforma scolastica. Colpita dall’abbigliamento dell’individuo che mi tendeva affabilmente un volantino, lo presi e lo lessi con calma seduta su un gradino.
Il volantino diffondeva un messaggio particolare, una denuncia contro la violenza e la celebrazione della Femminilità. Per far capire meglio di cosa sto parlando, riporto qui di seguito una frase del volantino che mi ha colpita: <<Noi siamo stati creati da una civiltà extraterrestre molto femminile e i nostri Creatori affermano che la sopravvivenza dell’Umanità dipende dalla nostra Femminilità.>>
Sotto a questa improbabile frase c’era l’indirizzo di un sito Internet per maggiori informazioni sull’argomento. Navigando e cercando accuratamente nella Rete ho scoperto che il volantino pubblicizzava un nuovo movimento religioso piuttosto recente, nato nel ’73.
Rael (il cui vero nome è Claude Vorilhon) sostiene di aver avuto un incontro con  un extraterrestre a 27 anni; lo descrive piccolo di statura, con lunghi capelli neri e occhi a mandorla, tanto da sembrare di ceppo asiatico. Questi alieni si fanno chiamare Elohim (al singolare Eloha), nome che, secondo i Raeliano, deriva dall’ebraico antico poiché presente nelle antiche versioni della Bibbia, e significa “Coloro che sono venuti dal cielo”.
Rael viene così illuminato dall’alieno sulla creazione degli uomini: la vita terrena non è frutto di un’evoluzione né di un Dio, ma di una tecnologia più avanzata e di un uso del DNA a noi sconosciuto con cui è stata creata un’umanità a propria immagine e somiglianza degli Elohim.
Attraverso profeti come Buddha, Gesù e Maometto, questa civiltà avanzata si è tenuta in contatto con noi esseri umani cercando di dare a tutti i loro messaggi, modificandolo a seconda del tempo e del luogo nel quale doveva essere disseminato.
Infine, i Raeliani credono che gli Elohim torneranno sulla Terra quando gli esseri umani saranno abbastanza evoluti sia spiritualmente che tecnologicamente per capirli, e quando la maggior parte delle popolazioni avrà il desiderio di incontrarli.
È difficile pensare a due cose completamente diverse come la religione e gli ufo unite tra loro da questa nuova teoria della genesi. Potrebbe rientrare nella definizione di Creazionismo, nonostante non parli di divinità, ma di alieni, ma il principio di base in fondo è lo stesso: l’uomo è stato creato a immagine e somiglianza di una o più entità sovrannaturali.
Le teorie scientifiche sul Big Bang non lasciano spazio a miti e credenze che non possono essere provate. Personalmente credo nella teoria dell’evoluzione perché è la più accreditata ed è stata scientificamente provata almeno in parte, tuttavia trovo sia triste che l’uomo perda la sua capacità di credere in qualcosa che non si può vedere, né provare.
È nella curiosa natura umana scoprire le proprie origini e superare i propri limiti; ma cosa succederà quando avremo scoperto tutto, in un modo o nell’altro, quando tutti i misteri che davano un senso all’esistenza dell’uomo verranno portati alla luce?
Forse dovremmo ritornare a pensare che alcune non posso essere spiegate ragionevolmente, continuando a dare un senso alla nostra vita

Lascia un commento

Archiviato in Federica Messina, Liberopensiero

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...